Veicoli con targa straniera: le nuove regole per poter circolare in Italia

/, CONSULENZE/Veicoli con targa straniera: le nuove regole per poter circolare in Italia

La legge 238 del 23/12/21 ha introdotto il nuovo art.93 bis del Codice della Strada. La norma prevede che, a bordo degli autoveicoli (autovetture, motocicli e rimorchi) immatricolati in uno Stato estero, condotti sul territorio nazionale da soggetto avente residenza anagrafica in Italia non coincidente con l’intestatario del veicolo stesso e che circoli per un periodo superiore ai trenta giorni, anche non continuativi, nell’anno solare, deve essere tenuto a bordo del veicolo un documento di data certa che certifichi titolo e durata della disponibilità. Tale documento dovrà essere registrato, a cura dell’utilizzatore, in apposito elenco del sistema informativo (REVE registro elettronico veicoli esteri).

Lo stesso utilizzatore dovrà aver cura di registrare qualsiasi variazione di residenza o di sede nonché  successive variazioni di disponibilità del veicolo.

Per la pratica di registrazione al Reve , è necessario avere in disponibilità la seguente documentazione :

  • Titolo di data certa: copia del contratto leasing, comodato o locazione a lungo termine sottoscritto dall’intestatario e recante data certa antecedente alla richiesta di registrazione, da tale documentazione si deve dedurre il titolo di possesso, i dati dell’utilizzatore e la relativa durata della disponibilità del veicolo
  • Traduzione asseverata: la documentazione di cui sopra deve essere in lingua italiana o con traduzione giurata asseverata allegata (caso a parte nel caso in cui si abbia carta di circolazione estera armonizzata)
  • Copia della Carta di circolazione estera
  • Istanza di richiesta di registrazione firmata in originale dell’utilizzatore o specifica delega dei soggetti che agiscono in nome e per conto dell’istante
  • Documento di riconoscimento F/R dell’eventuale delegato
  • Documento di riconoscimento F/R dell’utilizzatore (visura camerale in caso di ditta)
  • Tessera sanitaria utilizzatore
  • indirizzo pec valido

Al termine della procedura verrà rilasciata sia in formato cartaceo che via pec, una specifica attestazione comprovante l’avvenuta registrazione che l’utilizzatore del veicolo potrà esibire alle forze dell’ordine in caso di controlli su strada.

Nella suddetta attestazione è presente un QR Code da cui si potrà desumere l’autenticità del documento

Nel frattempo potrà essere emesso un permesso provvisorio di circolazione attestante la registrazione al reve in corso.

No comments yet.

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Studio R. Carbonin WhatsApp Business
Invio