Autotrasporto: ecco chi ha l’obbligo della Licenza Fiscale

/, I nostri servizi/Autotrasporto: ecco chi ha l’obbligo della Licenza Fiscale

Le imprese in possesso di una autorizzazione comunale per l’installazione ed esercizio di un impianto di distribuzione automatica di carburanti per uso privato collegati a serbatoi di capacità volumetrica superiore a 5 mc e fino a 10 mc saranno obbligati a decorrere dal 1° gennaio 2021 ad anche alla licenza fiscale da parte dell’Agenzia delle Dogane e alla tenuta semplificata del registro di carico-scarico per la contabilizzazione dei prodotti petroliferi. Ai soggetti coinvolti verrà attribuito un codice identificativo.

Qui di seguito elenchiamo la documentazione necessaria per procedere alla richiesta delle licenze fiscali :

    – autorizzazione comunale dell’impianto di distribuzione automatica di carburanti per uso privato collegati a serbatoi di capacità volumetrica superiore a 5 mc e fino a 10 mc;

    – certificato prevenzione incendi (c.d. SCIA antincendio) dell’impianto;

    – planimetrie dell’impianto (in duplice copia) sottoscritte da professionista abilitato e dal legale rappresentante;

    – tabelle di taratura dei serbatoi (in duplice copia) sottoscritte da professionista abilitato e dal legale rappresentante;

    – autocertificazione di assenza di condanne penali sottoscritta dal legale rappresentante (in allegati) + altra documentazione da sottoscrivere in agenzia

Ricordiamo che tale nuova disposizione entrerà definitivamente in vigore dal 1 gennaio 2021 ed è condizione necessaria per l’acquisto di gasolio per uso interno e della relativa richiesta di rimborso delle accise .

Riferimenti normativi:

Il DL 26 ottobre 1995, n. 504 (TU accise) così come modificato dal D.L. 26 ottobre 2019, n. 124,
convertito con modificazioni dalla L. 19 dicembre 2019, n. 157, come modificato dal D.L. 19 maggio 2020, n. 34, ha disposto
(con l’art. 5, comma 2) che  le  disposizioni  dei commi 2, lettere a) e c) e 4  hanno  efficacia  a  decorrere  dal  1° gennaio 2021.

Gli esercenti depositi  di

omissis…cui al comma 2, lettera c), collegati a serbatoi la cui  capacita’ globale risulti superiore a 5 metri cubi e non superiore a  10  metri cubi,
a decorrere dal 1° gennaio 2021
, sono obbligati, in luogo della denuncia, a dare comunicazione alle autorità competenti territorialmente,
ai  medesimi soggetti e’ attribuito un codice identificativo.
Gli  stessi  tengono il registro  di  carico  e  scarico  con  modalita’  semplificate.[…]

No comments yet.

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Studio R. Carbonin WhatsApp Business
Invio