Riduzione del 50% del bollo auto: da quando e per chi?

/, Senza categoria/Riduzione del 50% del bollo auto: da quando e per chi?

La Regione Veneto ha emanato una circolare applicativa per i autoveicoli e motoveicoli di interesse storico e collezionistico di anzianità tra i venti e i ventinove anni che va a regolamentare la riduzione del pagamento della tassa automobilistica del 50% come previsto dal comma 1048 della legge 145 del 30/12/2018. I requisiti per poter ottenere la riduzione di cui si tratta sono:

  1. Anzianità del veicolo tra i 20 e i 29 anni.
  2. Possesso del certificato di rilevanza storica che deve essere stato rilasciato da uno degli Enti riconosciuti (ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo e Storico FMI).
  3. Annotazione sulla carta di circolazione del riconoscimento della storicità da parte della Motorizzazione Civile.

Solo per chi è già in possesso dei requisiti

                I requisiti devono essere posseduti (tutti) dal 01 Gennaio 2019 per gli autoveicoli e dal 01 Febbraio 2019 per i motoveicoli e quindi dal primo giorno di decorrenza del periodo fisso annuale di imposta a seconde della scadenza annuale del proprio bollo.

                Traducendo dal burocratese tutti coloro che hanno il bollo scaduto al 31 Dicembre 2018 e che si apprestano a pagarlo entro la fine di Gennaio 2019 se non hanno già provveduto entro Dicembre 2018 ad ottenere il certificato di rilevanza storica e l’ annotazione sulla carta di circolazione non potranno usufruire della riduzione del 50%.

Un provvedimento anomalo

                Ad oggi non abbiamo ancora potuto verificare i provvedimenti emessi dalle altre Regioni e siamo sinceramente perplessi sulle modalità di applicazione della norma in quanto, sino ad ora, si è sempre fatto riferimento al termine di pagamento della tassa automobilistica e non alla scadenza effettiva (ad esempio nel caso di vendita o radiazione del veicolo il termine ultimo per procedere senza dover rinnovare il bollo è   fissato al mese di pagamento del bollo e non a quello della sua scadenza).

                In attesa di un’evoluzione normativa non possiamo che adeguarci a quanto stabilito dalla circolare applicativa pur constatando che la stessa è stata emanata in data 29/01/2019 con il termine di pagamento per le scadenze di Dicembre fissato al 31/01/2019 e quindi con tempistiche assolutamente non adeguate.

Per maggiori informazioni contattaci qui

No comments yet.

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.