Il Noleggio a Lungo Termine

/Il Noleggio a Lungo Termine

Nuovo servizio di noleggio a lungo termine

Grazie ad un accordo con le principali società leader nel settore , il nostro Studio è oggi in grado di offrire un nuovo servizio per l’accesso al noleggio a lungo termine di autovetture, moto e veicoli commerciali fino a 35 q di peso complessivo, rivolto a possessori di partita iva e privati.

Ideale per professionisti e piccole/medie imprese

L’NLT è la soluzione di mobilità perfetta per liberi professionisti, imprese e da oggi anche per i privati che necessitano di auto o mezzi commerciali sempre efficienti, con costi certi e per periodi superiori a 12 mesi.

Vediamo ora perchè, rispetto ad altre formule come proprietà o leasing, l’autonoleggio è vincente:

Il funzionamento del Noleggio a Lungo Termine è in verità molto semplice, richiede solo la conoscenza di alcuni dati fondamentali per poter usufruire della migliore soluzione e cioè:

  1. il numero di chilometri che normalmente si percorrono in un anno;
  2. durata del contratto (normalmente da 12 a 60 mesi);
  3. marca, modello e accessori del veicolo che si ritiene più consono alla propria attività.

L’NLT è la soluzione più indicata per chi voglia liberarsi dalle incombenze burocratiche e amministrative derivanti dalla gestione del singolo veicolo e, a maggior ragione , di una flotta di veicoli, liberando la forza lavoro dedicata alla gestione della stessa, a fronte di un canone mensile fisso regolarmente fatturato, modulabile nella sua durata ed entità, privo di spese di istruttoria o incasso rata.
Nel noleggio sono compresi tutti i servizi necessari a garantire la migliore esperienza di mobilità possibile, ed in particolare :

  • Assicurazione Rcauto, Furto e Incendio, Kasko integrale, assistenza legale, infortunio conducente, eventi atmosferici e socio politici, cristalli.
  • Manutenzione e riparazione del veicolo (tagliandi previsti dalla casa costruttrice, manutenzione ordinaria e straordinaria, riparazione in caso di guasto presso la rete di officine autorizzate
  • Tassa di proprietà (bollo auto e “superbollo” se dovuto)
  • Assistenza stradale e traino del veicolo in caso di sinistro o guasto
  • Veicolo sostitutivo (continuità all’attività svolta)
  • Sostituzione pneumatici ogni 40 mila km + fornitura, sostituzione e stoccaggio degli pneumatici invernali presso i centri convenzionati distribuiti a livello nazionale
  • Gestione contravvenzioni
  • Assistenza telefonica 24h su 24

Con il Noleggio a Lungo Termine si tagliano i cosiddetti costi occulti legati alla gestione del parco autoveicoli aziendale con innegabili vantaggi amministrativi e risparmio di tempo. Per le aziende questa soluzione permette:

  • Nessuna incidenza in bilancio e nessun immobilizzo di capitale: l’acquisto di un’autovettura presuppone un’iniziale esborso elevato, il noleggio libera tali capitali consentendone l’impiego in altre attività più remunerative;

  • Nessun affidamento finanziario o esposizione bancaria al possessore del veicolo, il proprietario infatti è la società di noleggio;

  • Migliori scontistiche: le società di noleggio hanno un potere contrattuale più elevato nei confronti delle case automobilistiche rispetto al singolo, possono quindi ottenere  beni e servizi a prezzi più vantaggiosi;

  • Certezza dei costi e migliore pianificazione delle spese: con il noleggio il parco veicolare si trasforma da costo variabile a costo fisso e prevedibile (canone mensile fisso), minimizzando i rischi a fronte dei servizi resi;

  • Struttura organizzativa semplificata: diminuzione del personale addetto alla gestione del parco veicolare;

  • Costante efficienza meccanica del parco auto.

  • Nessuna penale sul bonus malus conseguente a sinistri stradali con responsabilità principale: la classe di merito assicurativa non varia 

Con il Noleggio a Lungo Termine si evita l’onere della plusvalenza alla vendita del veicolo e la conseguente maggiore capacità contributiva gravata da imposte dirette.
Nella tabella proposta in calce, abbiamo inoltre identificato le categorie professionali che la norma prende in considerazione quando parla di deducibilità delle imposte dirette e detraibilità Iva, queste variano infatti non solo a seconda della categoria professionale presa in considerazione ma anche a seconda dell’uso che si fa dei veicoli, strumentale (ovvero le auto sono oggetto dell’attività propria dell’impresa e in assenza di esse non può essere esercitata l’attività aziendale) promiscuo e non strumentale.

Sono identificate le seguenti tipologie di profili fiscali:

  • Esercente arte o professione  : coloro che svolgono in via abituale, anche se non esclusiva, in forma individuale o in forma associata, attività di lavoro autonomo diverse da quelle di impresa e di lavoro dipendente;
  • Aziende che utilizzano il veicolo esclusivamente come bene strumentale all’attività d’impresa o adibiti a uso pubblico;
  • Aziende che utilizzano il veicolo non esclusivamente come bene strumentale all’attività d’impresa;
  • Agente o rappresentante di commercio;
  • Dipendenti che utilizzano l’auto ad uso promiscuo per la maggior parte del periodo d’imposta con addebito in busta paga del benefit;
  • Dipendenti che utilizzano l’auto ad uso promiscuo per la maggior parte del periodo d’imposta con fattura soggetta ad Iva

In caso di acquisto o leasing esiste un limite di deducibilità delle imposte dirette relative ai veicoli fino a euro 18075,99 (euro 25822,84 per agenti o rappresentanti di commercio). Tale limite non esiste invece sulla quota relativa ai servizi. Le percentuali di deducibilità / detraibilità indicate in tabella, vanno quindi calcolate sui limiti massimi di cui sopra.

Per quanto riguarda il Noleggio il limite di deducibilità annuo del canone arriva fino a euro 3615,20, limite innalzato a euro 5164,57 per agenti e rappresentanti di commercio, anche qui senza limiti sulla quota relativa ai servizi (assicurazione, manutenzione, traino, tassa auto, etc)

E’ importante sottolineare che le auto assegnate agli amministratori delle società non rientrano tra quelle indicate nelle ultime due fattispecie (auto in uso promiscuo a dipendenti), mentre le stesse se assegnate a dipendenti non sono soggette al limite massimo di deducibilità di euro 18075,99 ( in caso di acquisto o leasing con ragguaglio annuo) o dei costi del canone di noleggio fino a   euro 3615,20 annui (noleggio).

TABELLA RIASSUNTIVA SULLA FISCALITA’ DELL’AUTO

La valutazione della convenienza del noleggio rispetto ad altre forme di proprietà, non può derogare da alcune importanti considerazioni iniziali di cui spesso non si ha un’immediata consapevolezza:

a) il costo effettivo della svalutazione del veicolo negli anni ,
b) il problema della permuta del veicolo

Già consultando riviste specializzate, si può riscontrare che dopo 24 mesi un veicolo ha circa il 50% del valore iniziale, a 36 mesi circa il 45% e dopo 48 mesi il 35%. Alla luce di questo è facile intuire che se all’acquisto un veicolo valeva 30 mila euro dopo 48 mesi lo stesso varrà circa 11 mila euro e cioè si sarà realizzata una svalutazione di 19 mila euro.
Tale cifra divisa per i mesi di possesso del veicolo da il valore di 395,00 euro che rappresenta il costo mensile dato dalla svalutazione effettiva dell’autovettura. A questa cifra vanno poi aggiunti gli altri costi (costi finanziari, assicurativi, bollo, manutenzione ordinaria e straordinaria, pneumatici,traino, etc….).
Un secondo aspetto che deve essere preso in considerazione è legato alle difficoltà di permuta del proprio veicolo usato una volta che si decida di acquistarne uno nuovo. Raramente si ottiene il valore sperato, a maggior ragione se si consegna il veicolo ad un concessionario disposto a ritirarla, e comunque si è costretti all’acquisto di un nuovo veicolo dal concessionario stesso.
Con il noleggio a lungo termine si riacquista la libertà di scegliere , evitando con il pagamento di un canone fisso mensile tutti i problemi connessi all’auto di proprietà o in leasing (problemi di ordine burocratico, di svalutazione e permuta del veicolo, di scadenze bollo o assicurazione, etc) .

In conclusione chi è abituato a sostituire il proprio veicolo o il parco veicoli ogni 3/4/5 anni, noleggiando risparmia da un minimo del 15% ad un massimo del 25%.

Nello svolgimento della tua attività , l’utilizzo dei mezzi in proprietà comporta tutta una serie di scadenze e incombenze da rispettare,della cui gestione ne risulta responsabile l’amministrazione aziendale stessa. Il noleggio a lungo termine, oltre al veicolo, fornisce tutta una serie di servizi dedicati: dalla gestione burocratica (prenotazione tagliandi, cambio gomme) , alla gestione dei guasti tecnici (oltre 10.000 centri convenzionati), all’assistenza stradale alla gestione dei sinistri lasciati alla competenza di un consulente a te dedicato 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, che ti accompagnerà in ogni singolo passaggio risolvendo per te ogni aspetto burocratico e pratico.

  1. Cosa si intende per anticipo?

L’anticipo permette una riduzione del canone di noleggio a fronte del versamento anticipato di parte del capitale; corrispondendo, infatti, una percentuale compresa tra il 10% ed il 40% del valore del listino dell’auto, viene proporzionalmente calcolato un canone mensile che tenga conto della restante quota finanziaria e dei servizi inclusi. L’importo versato dal cliente sarà fatturato applicando imposta sul valore aggiunto e costituisce quota finanziaria dei canoni.

  1. Cosa si intende per deposito cauzionale?

E’ un deposito infruttifero stabilito in misura al singolo ordine. Il locatore ha facoltà di determinare la misura di tale deposito senza alcun limite specifico se non quello ricavabile dai principi generali della proporzionalità rispetto all’interesse che si intende perseguire ovvero della garanzia dell’adempimento delle obbligazioni di pagamento del canone di noleggio e degli oneri accessori. L’importo versato dal cliente sarà fatturato Fuori campo art. 2, comma 3, lettera a) Dpr 633/42 e restituito alla scadenza del contratto.

  1. Con il noleggio posso usufruire del super ammortamento 2017 del 140%?

Il super ammortamento consiste nella maggiorazione percentuale del 40% del costo fiscalmente riconosciuto dei beni strumentali nuovi grazie al quale è possibile imputare nel periodo d’imposta quote di ammortamento e di canoni di locazione più elevati. Attenzione, sono agevolati gli acquisti di beni strumentali nuovi, AD ECCEZIONE DEGLI AUTOVEICOLI E DEGLI ALTRI MEZZI DI TRASPORTO a deduzione limitata (di cui all’ art. 164 comma 1 lett. b) e b-bis) del TUIR. Il beneficio del superammortamento quindi spetta ai beni in locazione e quindi anche agli autoveicoli, ma non se gli stessi vengono acquistati in proprietà/leasing. Il superammortamento spetta al locatore il quale lo rigira interamente al locatario distribuendolo per la durata dei canoni del contratto di noleggio.

  1. Come viene calcolato il canone mensile?
  • Km annui e durata contrattuale
  • marca e modello del veicolo
  • servizi sottoscritti (vettura sost,ecc)
  • valutazione del valore residuo del veicolo a fine contratto
  1. Il Noleggio è fiscalmente vantaggioso?

La deducibilità del canone di noleggio e la detraibilità dell’Iva cambiano a seconda della categoria professionale di riferimento. Per saperne di più visita la sezione “I vantaggi fiscali del noleggio”

  1. Il contratto è flessibile?

Il contratto può essere variato anche durante l’utilizzo dell’auto, in particolare si può intervenire sul numero di chilometri dichiarati inizialmente e sulla durata contrattuale. Inoltre è previsto un rimborso o un addebito a seconda che la percorrenza chilometrica risulti inferiore o superiore a quella stabilita inizialmente da contratto.

  1. Dove posso fare gli interventi di manutenzione?

Abbiamo oltre 10.000 centri di assistenza in tutta Italia, tra officine, carrozzerie e gommisti.Per sapere dove andare, basta chiamare il servizio clienti e comunicare la tua necessità. Sarai indirizzato al più vicino punto di assistenza.

  1. Chi può guidare l’auto?

Possono guidare l’auto il cliente, i suoi familiari e chiunque autorizzato in forma scritta da chi ha firmato il contratto di noleggio. Il conducente dovrà essere munito di patente valida e in regola con la normativa vigente in materia.

  1. Si può utilizzare il veicolo all’estero?

Sì, in tutti gli Stati che aderiscono alla convenzione Carta Verde. I paesi nei quali è consentito circolare sono quelli le cui sigle non sono sbarrate (vedere retro della carta verde per la decodifica delle sigle).

Clicca sul link qui sotto e compila con i dati richiesti avendo cura di  specificare il modello esatto per cui si chiede il preventivo, un nostro consulente ti contatterà il prima possibile

 PER RICEVERE UN PREVENTIVO COMPILA QUESTO FORM